Tatuaggi per l’estate: quali sono i più richiesti e i più in voga

Tatuaggi estateL’estate alle porte spinge molti ‘maniaci’ del tatuaggio a chiedersi quali siano le ultime tendenze da sfruttare per decorare il proprio corpo con un qualcosa di originale. Quella dei tatuaggi è una moda che ha ormai spopolato diventando quasi normalità; in estate tende a crescere la tendenza a tatuarsi anche se è bene tenere a mente alcune accortezze.
Per chi è intenzionato a tatuarsi in vista della stagione calda il consiglio è sempre di provvedere all’operazione con un minimo di anticipo visto che, per consentire al tatuaggio di guarire completamente dalla ferita, è necessario circa un mese di tempo. In particolare sono le prime due settimane a rappresentare un momento critico nel quale è consigliabile mettere in essere diverse accortezze.
Partendo da questo punto e ricordandosi che un tatuaggio è per sempre, definitivo, a meno di operazioni per rimuovere un tatuaggio (per informazione leggi: come e quando si può rimuovere un tatuaggio) vediamo quali sono i disegni più richiesti per i mesi estivi.

Tatuaggi per i piedi

La zona più gettonata in questo periodo dell’anno è il piede. Se pur considerato maggiormente doloroso che in altri punti, negli ultimi anni il tatuaggio al piede è diventato sempre più popolare. Il principale trend di stagione è rappresentato dai tattoo cavigliera, in grado di rendere più sensuale il piede, con una particolare predilezione per i mandala o i tanti simboli ripresi dalla tradizione indiana o giapponese.
Sono molto in voga anche piccoli simboli in grado di adornare al meglio il piede, come ad esempio fiorellini, il segno dell’infinito o l’ancora.

I tatuaggi floreali

Altra tendenza molto in voga è poi il waterfloor. Detto anche effetto acquarello si tratta di uno stile di tatuaggio che tende a trarre ispirazione da opere d’arte, caratterizzandosi per linee molto morbide, colori evanescenti, pochi contorni e getti di colore apparentemente disordinati.
A rendere estremamente suggestivi i fiori disegnati in tal modo è soprattutto l’effetto watercolor, assimilabile a quello prodotto dall’acquarello sulla tela. Tatuaggi di questo genere che sono prodotti con lunghe lavorazioni possono arrivare ad assomigliare a vere opere d’arte, mentre per la loro collocazione i posti consigliati sono i polsi, le caviglie, la parte posteriore dell’orecchio e il costato.

Tatuaggi da donna

Come abbiamo visto, quindi, i tatuaggi floreali prevedono tra le zone ideali l’orecchio. Se un tempo i tatuaggi si facevano solo dietro di esso o nella zona limitrofa, ora la tendenza prevede il posizionamento del disegno all’interno del padiglione auricolare. Soprattutto per quanto riguarda i tatuaggi da donna.
In tal modo diventa una sorta di gioiello, andando ad arricchire la zona del viso. Altra zona che andrà di moda in questa estate sarà il dorso della mano. In questo caso la moda è stata lanciata da Ariana Grande, che ha di recente sfoggiato una luna, le stelle ed il sole, tatuati sulla pelle alla stregua di illustrazioni e bozzetti. Un lavoro che comporta notevole pazienza, ma tale da sfociare infine in linee eleganti e finissime di tatuaggi per donne.

Tatuaggi uomo

Diverso è il discorso per i tatuaggi da uomo; indicare una tendenza è complesso anche perché, ormai, si tende a tatuarsi la maggior parte del corpo. I messaggi che ricercano gli uomini, tramite i tatuaggi, sono quasi spesso richiami alla virilità; motivo per il quale si tende a tatuarsi zone come il petto, a differenza delle donne che optano spesso per tatuaggi con estetica maggiormente curata, orientati ad esprimere un preciso sentimento.
Un must sempreverde, da prima che i tatuaggi diventassero moda come da qualche anno a questa parte, è il bicipite; una decorazione immancabile nelle tendenze dei tatuaggi uomo di qualsiasi dimensione e riferiti a diversi soggetti.
Da ricordare infine che gli uomini sono da sempre dediti ai tatuaggi anche se in passato queste decorazioni erano perlopiù riservate a categorie di persone non propriamente accettate dalla società. Oggi la moda si è diffusa anche alle donne ed a qualsiasi fascia di popolazione a prescindere dal livello sociale.